PROTAGONISTI RADIOFONICI…, PER CASO!

Tutta “colpa” di un articoletto, riportato da qualche parte, con il semplice intento di condividere quel poco di positivo che si fa per aiutare il prossimo.

Ma andiamo per ordine. Molti dei lettori del nostro “sito” sono a conoscenza dell’esistenza di un ambulatorio medico nel centro storico di Genova, dove si rivolgono soprattutto, ma non solo, persone “straniere”, migranti in particolare, prive di assistenza sanitaria: l’articoletto in questione descriveva brevemente l’approccio con questi prossimi più disagiati.

Ad Elisa, studentessa diciassettenne, che per caso lo aveva letto, è sembrato interessante e ne ha parlato con una sua insegnante, la quale, favorevolmente impressionata, ha proposto di far raccontare “dal vivo” l’attività che viene svolta in ambulatorio e, di conseguenza, nell’ambito del Comitato Umanità Nuova.

E’ stato così che Maria Teresa e Agostino, perché “in due” è decisamente meglio!…, ci siamo ritrovati un tardo pomeriggio a parlare del nostro volontariato nel contesto di una “due giorni” di preparazione natalizia, organizzata da un’importante Parrocchia genovese.

Scesi, dopo aver parlato e risposto a varie domande del conduttore, dal piccolo palco allestito nei giardini di Corso Firenze, due simpatici giovanotti ci hanno avvicinato, chiedendoci se eravamo disposti a raccontare la nostra esperienza al più vasto pubblico di ascoltatori di una emittente radiofonica.

Un po’ stupiti per tale proposta, ma contenti di aver suscitato un minimo di interesse, abbiamo concordato con loro un appuntamento per il 17 gennaio successivo nella sede di “Radio fra le note”, una radio locale diretta da Don Fisher, conosciuta da molti genovesi.

Assieme a noi, anche Giuseppe, Chinù ed Orietta, preziosi collaboratori in Comitato.

Con squisita cordialità siamo stati accolti da Marco e Giacomo, i nostri due interlocutori, nella piccola sede della radio, situata nei pressi dell’ex seminario minorile del Chiappeto, dove abbiamo trascorso un’ora e mezza “in diretta”, raccontando qualcosa di ciò che facciamo, rispondendo alle domande che ogni tanto ci venivano fatte. Quanto mai importante è stata la presenza di un altro protagonista dell’ambulatorio, il dottor Castaldi, uno dei medici che lavora con noi; lui, che ha girato mezzo mondo ed è stato in diverse nazioni africane, ha sottolineato con forza la differenza del concetto di povertà di noi “occidentali”, rispetto a quella drammaticamente vera di tantissima gente del continente nero, per farci capire come dobbiamo essere più comprensivi ed accoglienti nei loro confronti.

A rendere più gradevole e vivace la trasmissione, il tecnico della regia ogni tanto mandava in onda una canzone del Gen Rosso, attinente col tema della serata; anche dall’esterno sono arrivate telefonate di alcune persone che esprimevano con entusiasmo la loro gratitudine per l’aiuto concreto ricevuto dagli operatori del Comitato. Bello ed emozionante è stato l’ascolto della registrazione, fatta il giorno prima in ambulatorio da Marisa, di alcune voci di nostri amici: una giovane egiziana, un senegalese, un marocchino e la dottoressa Calì .

Novanta minuti di piacevole ed interessante conversazione, in un clima di familiarità davvero speciale, con l’intento di donare il nostro piccolo contributo perché gli ascoltatori potessero constatare che non vengono trasmesse solo cose frivole o negative, ma che esistono realtà rivolte al bene del prossimo, specie verso chi si trova in situazioni di difficoltà. A Giacomo e Marco e a due loro collaboratori, stava particolarmente a cuore il messaggio che scaturiva da queste nostre esperienze, con la speranza che ciò potesse stimolare negli ascoltatori il desiderio di fare qualcosa per gli altri.

Salutando i nostri amici, quasi a malincuore tanto il clima instaurato era familiare, avevamo il cuore pieno di gioia per aver avuto l’opportunità di donare qualcosa del nostro vissuto, anche con questa insolita modalità a cui mai avremmo pensato.

Agostino, Maria Teresa, Giuseppe, Chinù e Orietta


Per chi fosse interessato ad ascoltare la trasmissione ecco il link:   https://youtu.be/ecntDSGNr3s?t=26

Precedente RIFLETTIAMO(CI) SULL'EUROPA - Venerdì 29 marzo ore 18,00 - Tempietto Sampierdarena Successivo GIOVANNA E L’ AMORE SPECIALE DI DIO

Un commento su “PROTAGONISTI RADIOFONICI…, PER CASO!

  1. Enza Cali Italia Liguria il said:

    Bellissima esperienza finalmente condivisa tramite una radio che raggiunge molte persone. Solidarietà che allarga il suo raggio. Esperienza, quella del Comitato di U. N., portata avanti con amore e dedizione e merita di essere conosciuta da più parti. Il mio lavoro nell’ambulatorio lo considero un privilegio ed un dono.

Lascia un commento