Commenti Lettori Sito

COMMENTI LETTORI DEL SITO : possono essere inseriti Commenti, Impressioni, Esperienze inerenti le Pagine Precedenti (RetiSol) o anche riguardanti altre iniziative sempre nell’ ambito della Solidarietà.

I Commenti, per evitare di appensantire la lettura, potranno risiedere per un certo periodo, in genere 3/4 mesi, dopodiché i più vecchi saranno archiviati.


3 commenti su “Commenti Lettori Sito

  1. OS il said:

    19/10/2015
    Vi presento la rete VogliolaGavoglio a cui da anni partecipo ed in cui ho intessuto rapporti veri ed intensi.
    Premetto che il Lagaccio, benchè si trovi a poca distanza dal Centro città, è un quartiere soffocato dal cemento e con pochissimi spazi a disposizione degli abitanti. La ex caserma Gavoglio (60000 mq) è l’obiettivo della nostra associazione.
    Perchè l’area venga adibita a spazio pubblico a disposizione dei lagaccesi. Un primo risultato il Comune ha modificato il PUC (Piano Urbanistico Comunalr) recependo quasi tutte le nostre richieste. Ultimamente è stata data (tramite pubblico concorso) in gestione ai cittadini una prima area della Gavoglio.

    “CASA GAVOGLIO CIVICO 41”, MA COS’E’ ?
    CON LE SUE CHIAVI SI SPALACA DEFINITIVAMENTE UNO SPAZIO RESTITUITO AL QUARTIERE.

    E’ una rete di associazioni nata per la gestione della “Casa di Quartiere del Lagaccio”, in collaborazione con il Municipio Centro Est, per consolidare e sviluppare le partnership e la mutua collaborazione tra i soggetti presenti sul territorio, facilitando la partecipazione dei cittadini del quartiere e della città attraverso attività programmate e percorsi di partecipazione.

    Le associazioni si riconoscono nei seguenti valori: inclusione delle diversità, tolleranza, partecipazione, giustizia sociale, pari opportunità nelle azioni, non violenza, antifascismo, laicità.

    La rete, nel proporsi come gestore della casa di quartiere situata all’interno della Caserma Gavoglio, assicurerà adeguata informazione ai cittadini nei confronti dell’iter del programma di valorizzazione del compendio auspicandone una restituzione al quartiere e alla città secondo le istanze di migliore vivibilità espresse dai cittadini stessi. Sarà cura delle rete assicurare ogni iniziativa utile rivolta a sostenere quel percorso partecipativo in atto da qualche anno nel quartiere.

    Hanno dato vita a “Casa Gavoglio Civico 41” i seguenti soggetti:

    GAL Gruppo Amici Lagaccio (Associazione capofila)
    Società Fratellanza Artigiana Genovese
    Quartiere in piazza
    Associazione Culturale Zetati
    Coop sociale Librotondo
    SPI/Cgil
    Centro Comunitario Sociale Don Acciai
    Lanza del Vasto
    Prosvil Progetto sviluppo Liguria
    A.N.P.I. Oregina Lagaccio
    Centro Servizi Minori e Famiglie Centro Est
    Pubblica Assistenza La Lanterna ONLUS

    La Rete resta aperta alla collaborazione di altre realtà del territorio e dei singoli cittadini.

  2. OS il said:

    20/10/2015 alle 11:17

    E’ un bellismo esempio di partecipazione, che conoscevo ma solo superficialmente. Grazie dell’aggiornamento.

    Alberto

    • Sandor Pandolfo il said:

      Visto che c’è stato uno che ha commentato il mio articolo, continuo :
      La rete VogliolaGavoglio va avanti, infatti ho partecipato ad un incontro con i tecnici del Comune al 24° piano del Matitone giovedì scorso 22 c.m.
      L’incontro è servito a definire le linee guida per il Progetto di valorizzazione dell’area.
      Questo in quanto, in base a una legge nazionale, il Demanio, attuale proprietario dell’area, si impegna a cederla gratuitamente al Comune di Genova, a fronte di un Progetto di valorizzazione della area della ex-caserma. In parole povere il Demanio chiede al Comune : cosa ci vuoi fare lì dentro ? Il Comune risponde : ci voglio fare parchi pubblici, una scuola, una bilioteca, ecc. tenendo conto dei vincoli di legge. (Ad esempio dentro la ex caserma c’è il cosiddetto “proiettificio” dove venivano preparati ordigni esplosivi, che non si potrà demolire perchè è un notevole esempio di “archeologia industriale” ).
      Una volta che il Progetto di valorizzazione, redatto anche con il nostro contributo recependo al massimo i “desiderata” degli abitanti del Lagaccio, verrà approvato in Consiglio comunale, verrà sottoposto al parere del Demanio e della Sovrintendenza.
      Se ci sarà l’O.K. potranno partire i lavori di bonifica (C’è purtroppo molto amianto nella ex-caserma).

I commenti sono chiusi.