CARLO GRAZIOLI, RETORBIDO E IL PRENDERSI CURA

Non stancarsi mai, esserci sempre: per i fratelli e per la comunità. E’ la vita di tutti noi volontari, sempre attenti al mondo che ci sta intorno e al quale cerchiamo di dare tutto il nostro amore e le nostre capacità, nella massima gratuità e prendendoci cura del nostro paese e della comunità in cui viviamo.

È in questo spirito che il nostro Carlo Grazioli, del Nucleo di Voghera del nostro entroterra, si rende disponibile agli altri nella piccola comunità di Retorbido, 1600 abitanti sulle colline dell’Oltrepò Pavese. Carlo svolge attività di volontariato presso la biblioteca comunale e presso le locali strutture dell’AUSER, è persona di fiducia dell’amministrazione comunale e del Sindaco, che non di rado chiede consigli sulle vicende locali.

Così, pur se preoccupato dall’incarico che il Comune gli ha dato di presentare la storia delle Chiese del paese di Retorbido a una TV locale, non lo ha rifiutato ed ha colto l’opportunità di mettersi al servizio. Carlo non è nuovo a queste iniziative, cui si presta con molta passione, soprattutto quando le richieste partono dai giovani: Un giorno, uno studente del paese che frequenta le medie a Voghera, ha ricevuto dal suo insegnante il compito di raccontare cosa sapesse del personaggio che dava il nome alla via dove abita.

Il ragazzo ha individuato subito in Carlo l’uomo giusto a cui chiedere informazioni (infatti è un appassionato di storia locale e archivista della parrocchia e biblioteca del paese). Carlo ha detto subito il suo sì ed ha raccolto i dati necessari. Da questo episodio ha però notato lo scarso interesse e conoscenza dei giovani della storia locale. In piena pandemia e bloccato in casa, ha sentito che doveva fare la sua parte ed ha iniziato una ricerca sui toponimi delle altre vie del paese raccogliendo appunti sui vari personaggi a cui sono state intitolate le vie di Retorbido.

Nel suo lavoro ha coinvolto una persona volenterosa del paese che ha dattiloscritto il suo manoscritto. Carlo, al termine di questo lavoro impegnativo, ha messo il tutto a disposizione del Comune che intende distribuire il frutto del suo lavoro.

Ecco che in maniera completamente gratuita, Carlo ha messo a disposizione della comunità i suoi talenti.

Dicembre 2021, a cura della Comunità Locale


Guarda il Video Intervista a Carlo Grazioli di “Retorbido Itinerari” , 7′ 49”:

Condividi o Stampa (pdf):

Una risposta a “CARLO GRAZIOLI, RETORBIDO E IL PRENDERSI CURA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.