Crea sito

IL CAMERUN CHIAMA E GENOVA RISPONDE: UNA GARA D’AMORE PER UN TETTO

Non ho mai scritto per questo sito, ma oggi sento il dovere di farlo per aggiornare tanti che con me hanno condiviso l’esperienza nell’aiutare una famiglia del Camerun.

Tutto parte dal rapporto costruito e mantenuto in questi anni con Vera Pinto, focolarina brasiliana, che ha vissuto per vari anni in focolare a Genova ed ora vive in Camerun.

Recentemente mi aveva parlato dei danni che hanno subito dopo il periodo delle piogge. Le foto qui sotto e a fianco possono dare un’idea di come sono ridotte le loro strade.

Vera mi aveva anche parlato di una famiglia che, dovendo lasciare Fontem (la cittadella dei Focolari in Camerun), si sta costruendo una casa in un paese vicino, ma non ha i soldi sufficienti per coprirla con il tetto. Avevano contato di ottenere la somma necessaria dalla vendita di un terreno, ma purtroppo chi ha comprato il terreno non ha mai pagato. Così rischiavano di perdere quanto costruito finora, perché è in arrivo un altro periodo di forti piogge.

Servivano 4.000 euro.

Dopo che Vera me ne ha parlato, il pensiero di questa famiglia non mi lasciava in pace. Ho condiviso con alcuni questa preoccupazione e, dal momento che occorreva agire velocemente, ho pensato di coinvolgere la comunità dei Focolari.

Impressionante l’amore e la generosità nella risposta: nel giro di pochi giorni sono arrivati ben 3.350 euro!

Il problema era però come farli arrivare, visto che il bonifico on line non andava a buon fine. Così ho pensato di chiedere a Mimmo, focolarino camerunense ora a Loppiano: con mia grande sorpresa mi ha detto che entro pochi giorni sarebbe partito per il Camerun e avrebbe potuto portare i soldi personalmente. Sembrava incredibile come si componeva pezzo dopo pezzo questo meraviglioso puzzle!

La casa in attesa del tetto

Così la somma è arrivata a destinazione e subito è iniziata la costruzione del tetto.

Ecco quanto la famiglia ha scritto a Vera: “Thank you God! Thank you Vera for doing this! Be sure, that it is much more than you can imagine. I beg the heavenly Father to reward you abundatly and all whom you involved.” (Grazie a Dio! Grazie Vera per quanto hai fatto! Quanto ricevuto è molto di più di quanto potevamo sperare. Chiedo al Padre celeste di ricompensare abbondantemente voi e tutti coloro che avete coinvolto).

E non finisce qui: anche la parrocchia di San Francesco di Sestri Ponente, dove Vera anni fa aveva lavorato, ha cercato di contribuire e ha raccolto altri 500 euro che potranno essere utilizzati per la costruzione di un pozzo.

Rita Seidlova


Qui altre immagini di Vera e dei suoi amici in Camerun

3 Risposte a “IL CAMERUN CHIAMA E GENOVA RISPONDE: UNA GARA D’AMORE PER UN TETTO”

  1. Grazie Rita! Molto bello! Così ci sentiamo tutti famiglia anche a distanza!! M.Chiara

  2. Che gioia ci procura questo ponte che ha unito la Liguria e il Piemonte con il Camerun e ha permesso ad una famiglia di risolvere un problema angosciante e di sentirsi amata da Gesù nei fratelli.!
    Grazie a Vera che pensiamo sempre con tanto affetto, e mantiene viva l’unità tra noi comunicandoci quanto vive, e il suo grande amore per l’Africa, e grazie a Rita che si è subito attivata perchè tutto questo si realizzasse.

  3. Ad aprile abbiamo ricevuto un rimborso dell’agenzia delle entrate relativo al 730 del 2018. Quando abbiamo sentito questa necessità abbiamo sentito che potevamo contribuire a dare una mano a questa famiglia. Grazie Vera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *