Crea sito

MATRIMONIO DI STEFANO E BEATRICE

Sabato 2 maggio Stefano Chiesa, di Ne (Ge) e Beatrice Massucco di Grugliasco (To) si sono uniti in matrimonio.

Si sono conosciuti tramite gli incontri per i giovani del Movimento dei Focolari, di cui anche le nostre famiglie fanno parte. Dopo due anni di fidanzamento, circa un anno fa, hanno deciso di sposarsi in Liguria anche per favorire la partecipazione dei nonni (102, 89 e 85 anni).

Il coronavirus ha costretto tante coppie a rimandare ma Stefano e Beatrice hanno deciso di sperare fino all’ultimo che il matrimonio si potesse celebrare.

E così è stato: fortemente sostenuti dal parroco, don Andrea Buffoli, dalle nostre famiglie e dalle comunità parrocchiali e del Movimento dei Focolari, i due ragazzi hanno coronato il loro sogno.

Beatrice è partita dal Piemonte vestita da sposa, con i genitori Irma e Gianmarco che le hanno fatto da testimoni.

Testimoni dello sposo sono stati i fratelli Giulia e Luca. Ad attendere i due giovani, in chiesa, tanti palloncini colorati con i nomi dei parenti e degli amici che non hanno potuto essere presenti ma che hanno seguito la celebrazione via streaming su Youtube.

Durante la messa gli sposi hanno condiviso alcune riflessioni sulla lettura tratta dal Libro del Qoelet sottolineando come la “corda a tre capi” rappresenti Gesù presente tra di loro. Il Vangelo scelto era il brano di Matteo in cui Gesù parla della casa sulla roccia: le intemperie oggi non sono meteorologiche ma la roccia su cui loro fondano la loro vita è Dio ma anche le relazioni, gli affetti, le famiglie di origine che sono costitutive del loro modo di essere.

Gli amici hanno preparato due canti che sono stati proposti dopo il rito del matrimonio, Come ti ama Dio, e alla fine ‘Maria’.

Dopo la benedizione finale c’è stata anche la visita delle forze dell’ordine, che, tuttavia, hanno fatto gli auguri agli sposi, vista l’osservanza delle normative vigenti in tema di distanziamento sociale.

La condivisione delle famiglie di origine con le comunità di appartenenza, (parrocchie, movimento, amici di convinzioni diverse) ha fatto sì che quello che doveva essere un fatto ‘privato’ diventasse  un evento vissuto e condiviso tra moltissime persone e anche dai media. Il pomeriggio gli sposi sono stati contattati in diretta dalla trasmissione di RAIuno Italia Sì e da Telepace, con una intervista direttamente dal soggiorno di casa Chiesa. La notizia è anche stata ripresa dai giornali: Il Secolo XIX, Il Nuovo Levante, Avvenire.

Per noi è stata una giornata di grande emozione, ma anche di gratitudine al Padre per questi due sposi che ci hanno richiamato all’essenziale. Tanti i messaggi arrivati da diverse zone di Italia, ma anche da Australia, Africa, Sudamerica, così come da persone di altre confessioni. Una coppia di parenti della sposa, testimoni di Geova, già durante il viaggio hanno mandato a Irma, mamma di Beatrice, la foto con loro e i due bimbi, vestiti eleganti, davanti al computer in attesa della celebrazione.

Particolarmente toccante la telefonata di una aderente di Bergamo che non vedeva Stefano da quando era bambino e lo ha rivisto in tv: dopo undici giorni in rianimazione per il COVID, questo matrimonio le è sembrato un segno straordinario di speranza e di certezza dell’amore  di Dio.

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA CELEBRAZIONE

 

Giovanna e Michele Chiesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *