AGGIORNAMENTO: “SVILUPPARE COMUNITA’ E PARTECIPAZIONE: ESPERIENZE IN CORSO”; le slide dell’incontro

Per molti secoli, la coesione, la solidarietà e la capacità autorganizzativa dei cittadini sono state il cuore del tessuto sociale dei nostri contesti abitativi, come uniche modalità praticabili per combattere la povertà e ovviare all’assenza di uno Stato sociale.

Oggi diventa sempre più evidente che la ricchezza non può garantire benessere e sicurezza, né lo Stato da solo può assicurare efficacia ed efficienza al nostro sistema di servizi. Per questo si tenta di recuperare un contesto di comunità che scaturisca da relazioni solidali e generative, favorendo anche il vitale sviluppo della democrazia.

Ma come generare solidarietà per far regredire le crescenti disuguaglianze ed arginare il fenomeno della povertà diffusa? Come essere cittadini attivi in uno Stato che ai cittadini si fa prossimo? Come recuperare, nel villaggio globale, il senso profondo della comunità?

Per rispondere a queste domande, il laboratorio Bene Comune ha organizzato un incontro con Stefano Sarzi Sartori (autore del libro Comunità e democrazia nei quartieri Ed. Erickson) e Augusto Tait (Presidente del Circolo ACLI di Mezzolombardo-Trento).

Il convegno, dal titolo “Sviluppare comunità e partecipazione: esperienze in corso” si è tenuto a Chiavari, presso la Società Economica in via Ravaschieri 15, il giorno 21 aprile 2018; di seguito pubblichiamo le slide dell’intervento si Stefano Sarzi Sartori:

Slide SSS

Mentre QUI è disponibile la locandina dell’evento

Precedente A SAVONA UNA SERIE DI INCONTRI CON EZIO ACETI - Martedì 22 maggio Successivo DAMMI TUTTI I SOLI - il drammatico problema della solitudine

Lascia un commento