LEZIONI – WhatsApp e Comunità – 1

Per cercare di essere “brevi e semplici” ci focalizzeremo sulle cose principali che vogliamo spiegare e consigliare forse a discapito di qualche imprecisione…ma pensiamo non fondamentali. Da qui in avanti chiameremo WhatsApp = WA.

ALCUNE “BUONE MANIERE” DI USARE WA:

Vediamole come un modo di…voler bene alle persone…

  • Cercare di scrivere bene e non a monosillabi i nostri messaggi. Per non far arrabbiare Dante !!
  • Se in un gruppo qualcuno condivide qualcosa, è buona norma dare un riscontro di aprezzamento ( o non aprezzamento). Ma se in tanti già lo hanno fatto non è necessario che TUTTI lo facciano.
  • Stacchiamo da WA (e dallo smartphone in generale) quando siamo in riunioni, in Chiesa, se GUIDIAMO!!!, in palestra…e soprattutto quando parliamo con le persone. Forse non sapremo farlo al 100% (io per primo), ma almeno porsi l’ esigenza e limitarsi ampiamente è buonissima norma.

MODALITA’ CONSIGLIATE DI UTILIZZO DI WA (in particolare per i gruppi):

  • Evitare di far circolare le Bufale (notizie false).whatsapp-4-bufale Essere guardinghi con certi messaggi, link, allegati, che invitano a girarli ad altri. Spesso si camuffano dietro a apparenti belle notizie. Prima di inoltrarla ad altri verificare che sia attendibile, per esempio con una ricerca su Google.
  • Non inviare messaggi WA “fuori orario”: diciamo al mattino presto e la sera tardi. Va a “buonsenso”.. a meno che non si sia certi dell’ urgenza e del motivo..
  • Cerchiamo di Condividere messaggi, foto e altro INERENTI allo scopo per cui è stato creato il Gruppo. Diversamente contribuiremo a far degenerare la qualità del Gruppo intasando lo Smartphone e la relativa vita privata e la pace dei membri. Conosco tanti che si lamentano che se non controllano lo Smartphone per alcune ore dopo si ritrovanowhatsapp-680x365_c1 centinaia di messaggi dai numerosi Gruppi in cui sono stati inseriti. E qui nascono i “Dolori di Gruppo” e il desiderio struggente di tornare a una vita normale ante WA….
  • Non inviare tante foto tutte insieme se non proprio necessario. Spendere qualche minuto a fare prima una selezione di qualità o argomento.
  • Evitare gli utilizzi COMPULSIVI: mandare tante cose spesso, in orari poco idonei, senza una adeguata selezione del contenuto. Ho ricevuto…devo mandare ad altri al più presto…..eh no, mica moriranno…

MORALE DELLA FAVOLA

WA è UNO STRUMENTO di Condivisione e Comunicazione. Può essere usato bene o male. In particolare, come tutti i Social, NON deve SOSTITUIRE le sane relazioni, che nascono mediante le telefonate ma soprattutto gli incontri e le relazioni personali e dal vivo. famiglia senza internetCerchiamo di dare l’ esempio e aiutiamo le nostre famiglie ed i nostri Gruppi ad un “buon uso” di WA e dello Smartphone.

Una battuta: chi ha creato WA pare aver posto rimedio all’ errore commesso da Dio di creare prima l’ uomo e poi la donna. In effetti WA risulta molto congeniale alle donne (comunicare, condividere, curiosare…).

Molto meno agli uomini della cui presenza nei Gruppi spesso ti accorgi solo quando scorri gli appartenenti (ma guarda c’ è anche lui….). In breve, sia le donne che gli uomini possono usarlo meglio…


Cosa è

Un servizio di messaggistica INSTANTANEAwhatsapp-1_resize gratuito (o quasi gratuito) per Smartphone (cellulari con Internet). Nata come alternativa agli SMS, ora offre l’ invio e la ricezione di vari contenuti: testo, foto, video, documenti, posizione geografica… Ed anche le chiamate Vocali (telefonate) e da poco anche le Videochiamate.

Prima di usarlo devo ovviamente aver Scaricato e Installato la relativa APP (Applicazione o Programma), e le persone con cui interagisco devono anche loro avere installato WA.

Di Chi è

Dal 2014 si è unita al social network Facebook.

Quanto costa ?

Dal gennaio 2016 il servizio in sé è completamente gratuito. Ma poi ci sono i costi dell’ utilizzo di Internet, i famosi Giga. E qui dipende dal proprio gestore telefonico (Tim, Wind…) e relative tariffe o abbonamenti.

Attualmente, in genere, si sottoscrive una tariffa che prevede n Giga al mese. Siccome 1 Giga = 1miliardo di caratteri, se per esempio ho 3 Giga al mese vuol dire che posso inviare/ricevere 3miliardi di caratteri al mese.

Normalmente poi i Gestori telefonici se si superano i Giga previsti, o fanno  pagare il di più o rallentano la velocità di navigazione (trasmissione)…ma fermiamoci qui..

Importante: WA CONSUMA (utilizza) i Giga (caratteri) per tutte le sue funzioni: messaggi, foto, video, telefonate….poi faremo delle valutazioni..

FUNZIONALITA’ DI WA

La Rubrica (telefono) e i Contatti (WA)whatsapp-2

La Rubrica (per telefonare) del nostro Smartphone è condivisa con WA. Se entriamo in WA e cerchiamo (con la lente) un Contatto lo troveremo esattamente come memorizzato nella Rubrica. Come detto prima, lo ritroveremo come Contatto WA SOLO se anche lui ha WA.

Comunque, potremo inviare oggetti WA anche a numeri non in Rubrica che hanno anche loro WA.

Importante: vista la crescente importanza della Rubrica, si consiglia di memorizzare in modo completo e con Cognome Nome i contatti . Perché è più ordinato, facilita la Condivisione con altri (vedi dopo Allegati), perché facilita la eventuale Sincronizzazione (per salvarla) della rubrica con applicazioni in Rete (per es. GMAIL)…etc etc..

So già che non lo farete  (come d’ altronde mia moglie) ma non potrete dire che non vi è stato consigliato…

I Messaggi (il testo)

C’ è poco da dire basta scrivere qualcosa. Ma WA sembra disegnato per scrivere e “pensare” il meno possibile….vedi dopo…

I Gruppi

Li crea un Amministratore, che sceglie il Nome e poi sarà lui a Inserire o a Eliminare i Membri. Poi qualunque membro può scegliere una Foto come Immagine del Gruppo.

Quindi possiamo ritrovarci Inseriti in un Gruppo anche senza saperlo. Poi potremo decidere di Abbandonarlo, ma la nostra uscita sarà notata dagli altri.

Le Notifiche

Anche qui per farla semplice, WA ci avvisa mediante un Messaggio nell’ Area Notifiche (in genere parte alta dello schermo) ed eventuale Suono (a scelta), Luce Lampeggiante (a scelta) .whatsapp-3-messaggio

Per i Gruppi è  possibile ed è buona norma (lo consigliamo) di scegliere di  NON avere il Suono e la Luce, in questo caso si avrà solo l’ avviso nell’ Area Notifiche e si sarà meno disturbati e più liberi di consultare quanto ricevuto quando lo si potrà fare agevolmente.

Gli Allegati

Sugli allegati WA dà il meglio di sé. Si potranno allegare: Foto (dalla Galleria), Contatti (dalla Rubrica). Ma anche Audio, Video e Documenti (PDF, Word, etc).

Nel caso dei Contatti, chi lo riceve potrà facilmente includere il Contatto nella propria Rubrica (anche da qui l’ importanza del Cognome Nome).

DIFFERENZE TRA WA ed  SMS (facciamola semplice…)

SMS : permette di inviare SOLO TESTO. Posso inviare a 1 o tanti SENZA che sia necessario creare un Gruppo. NON vi è INTERAGIRE SIMULTANEO tra le varie persone a cui ho inviato.

WA: come già detto, posso inviare testo, foto, documenti etc. Ma soprattutto, se invio a un Gruppo, LA RICEZIONE E TUTTO L’ INTERAGIRE DEL GRUPPO E’ VISIBILE E SIMULTANEO TRA TUTTI I COMPONENTI DEL GRUPPO. Ciò comporta gioie e dolori…vedi dopo…

ALCUNI LIMITI O DIFETTI DI WA

  • La finestrella per digitare il testo è molto piccola. Il sospetto è che sia un difetto voluto per SPINGERE gli utenti a scrivere poco alla volta ma TANTE VOLTE. E ne risente l ‘italiano e l’ auspicabile sforzo di saper spiegare le cose in modo esaustivo.
    • Rimedi: per esempio dare tanti invii senza scrivere e “ottenere” una finestrella ampia quanto si vuole
  • Se devo inviare a più di una persona DEVO PRIMA aver creato il Gruppo (mentre con gli SMS questo non è necessario).
  • Il servizio Vocale (telefonate) e ancor se-poi-ti-ritrovi-in-un-gruppo-di-whatsapppeggio quello di Videochiamate SPESSO non funziona bene. Dipende dal collegamento Internet dei luoghi dove ci si trova, chiamante e chiamato. Se si utilizza un WIFI disponibile si può fortemente migliorare la qualità.

Purtroppo la “lezione” è diventata lunga e me ne scuso. Abbiamo parlato un po’ di tutto, eventualmente se questa avrà una buona “audience” potremmo farne una seconda di approfondimento di alcuni aspetti e funzionalità. Se volete potete fare delle domande o dire le vostre impressioni. Allora buon WA e come per le fiction ….occhio alla prossima puntata… Oscar Sicbaldi

Precedente PDV 10: "Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù" (Fil 2,5). Successivo ROSMINI RI-GENERATIVO: Venerdì 6 ottobre ore 20,30 con Emanuele Pili e Fernando Belleli

5 commenti su “LEZIONI – WhatsApp e Comunità – 1

  1. Bijula il said:

    Grazie per questa lezione così pratica ed incisiva. A me serve tanto. seguirò tutti i consigli dati. Grazie per il tempo usato per pensare e scrivere questa lezione.

  2. Utente Liguria il said:

    Grazie Oscar. Ottimo articolo per sobrietà e competenza. Mi sembra che molti si stanno avviando in questo mondo di WA (mia moglie è entusiasta: è bello sintonizzarci nell’altro a distanza in tempo reale) e forse per i nuovi potenziali neofiti c’è bisogno di qualche informazione in più. Es. dove scaricare WA? come allegare una foto…. basta anche dei link dove andare a trovare le informazioni. Grazie anche sopratutto per aver trattato un argomento che considero attuale e reale. Francesco

  3. OS il said:

    Grazie Bijula e Francesco e grazie anche a Riccardo che ha contribuito a far nascere questa rubrica LEZIONI.

    Anche in base alle vostre osservazioni direi che dovrebbe esserci una seconda Lezione con chiarimenti e approfondimenti tecnici di interesse generale….che ho già in mente ma che voi stessi potete aiutare a focalizzare…Oscar

  4. Anna Lindner il said:

    Grazie Sic, se non avessi scritto questo articolo-lezione avrei sollecitato un intervento in merito.
    Proprio in questi giorni ,sentivo il desiderio di sentire un parere su questo argomento.
    Non sempre è facile trovare l’equilibrio .

    Grazie anche a Poggi per le lezioni precedenti.
    Ma ora non mi dilungo perché ho da fare un po’ di telefonate :!!!!!!!

  5. Pierluigi (Pilly) il said:

    Grazie, dei consigli sempre preziosi. Mi e’ piaciuto che hai messo in mezzo tua moglie, come il tenente Colombo…

Lascia un commento