Crea sito

A “UN VIDEO” DI DISTANZA – STRUMENTI PER VEDERCI IN RETE

Questo articolo ha una seconda puntata che potete leggere qui

(Aggiornato l’8 aprile 2020 per le problematiche sicurezza di Zoom) e il 9 Aprile per la versione di Zoom.
(Aggiornato il 26 marzo 2020 con le istruzioni per usare Zoom da Smartphone).

Per tutti coloro che usano Zoom: verificate di aver installato l’ultima versione.  Se usate Windows, cliccate sull’icona a destra in alto e cercate “Check for updates”: se risulta da aggiornare, fatelo.

Attenzione: di recente sono stati scoperti dei problemi di sicurezza in Zoom. Se potete, orientatevi per il momento (in attesa che Zoom risolva i problemi, lo stanno facendo) su un altro strumento. Skype e Jitsi sono sicuri. Se dovete proprio usare Zoom, verificate di usare la password per la riunione. 


Essere comunità: è un’esigenza forte, un desiderio (non solo un impegno) per chi arriva su questo sito.
Per molti l’incontro di gruppo frequente non è un optional, ma un punto di arrivo e di partenza, un momento di unità.

In questo tempo paradossale, essere prossimo richiede di star lontano, essere uniti significa separarsi. Le limitazioni agli spostamenti rendono impossibile incontrarsi di persona. La tecnologia, in questo caso, può dare una mano.
Proponiamo qui alcuni strumenti per video-chiamate di gruppo. Ce ne sono moltissimi, usati anche dalle aziende per lo smart-working.

Ne abbiamo scelti alcuni, considerando quelli che:

  • sono gratuiti
  • si possono usare su diversi tipi di computer e smartphone
  • non sono troppo difficili da usare

Trovate subito qui sotto un elenco. L’ordine rispecchia la nostra preferenza, ma vogliamo darvi comunque più scelte.
Cliccando sul titolo arrivate alla descrizione, dove vi diremo – per ciascuno – cosa occorre per utilizzarli e le caratteristiche.
Un sintetica guida all’uso è più sotto (Funzionamento).

Diciamo subito che il nostro consiglio è (se possibile, visto che siamo in casa) di utilizzare la versione per PC: schermo più grande, più stabile, tastiera e mouse, e comunque lo smartphone a portata di mano per eventuali messaggi nel caso qualcosa non funzioni nel collegamento.

Tenete anche conto che in questo periodo questi strumenti sono molto utilizzati e potrebbero avere momenti di sovraccarico, come pure la rete.

Ecco le proposte:

Zoom

Jitsi

Skype

Whatsapp

Caratteristiche

Zoom

Requisiti: Zoom si può usare su PC Windows, Linux, Mac e su smartphone Android e iPhone.
Installazione: su PC non necessaria (ma consigliata); su Smartphone occorre l’App.
Limitazioni:
la durata della video-chiamata è di 40 minuti (si può andar oltre se si è in due, oppure pagando 14 €/mese; qualcuno che ha provato ci ha detto di essere riuscito comunque ad andare oltre)
Partecipanti: fino a 100
Registrazione (ossia creazione utente): necessaria solo per il coordinatore della chiamata – vedi sotto

Per funzionamento clicca qui.

Per l’uso da Smartphone  clicca qui.

Jitsi

Requisiti: Jitsi si può usare su PC Windows, Linux, Mac e su smartphone Android e iPhone. Come browser per PC, meglio usare Chrome.
Installazione: su PC non occorre; su smartphone occorre l’App.
Partecipanti:
teoricamente illimitati
Registrazione: non necessaria
Problemi: è capitato che non riuscisse a caricare la pagina della riunione, occorre riprovare

Per funzionamento clicca qui.

Skype

Requisiti: Skype si può usare su PC Windows, Linux, Mac e su smartphone Android, iPhone e Windows 10 (ed esiste persino per Xbox)
Installazione: programma su PC o App
Partecipanti:
massimo 50
Registrazione: occorre una registrazione (account gratuito) Microsoft

Per funzionamento clicca qui.

Whatsapp

Requisiti: si può usare su smartphone Android e iPhone (ovviamente avendo la App). Volendo, esiste anche per PC Windows 10 e Mac (non l’abbiamo provata).
Partecipanti: massimo 4
Registrazione: automatica con l’installazione della App

Per funzionamento clicca qui.


Funzionamento

Zoom

Deve esserci un coordinatore che organizza la riunione e invita. Descriviamo separatamente le azioni del conduttore e dei partecipanti.

Coordinatore

Il coordinatore si registra su zoom.us (purtroppo solo in inglese). Per registrarsi occorre fornire un indirizzo e-mail, oppure scegliere un “account” esistente su Google o su Facebook. Occorrerà confermare andando nella propria mail. A questo punto il coordinatore può creare una riunione.
Il modo più comodo di farlo in Zoom è “Pianificare” la riunione (“Schedule a meeting”). Si stabilisce data, ora e fuso orario – attenzione che sia (GMT+1) Rome. Poi si preme Save.

Nella nuova pagina che appare, si trova un indirizzo internet e un codice della riunione (a metà pagina “Join URL”). Cliccando “Copy the invitation” si copia l’invito. Basta a questo punto incollare e mandare via mail o Whatsapp. Ovviamente via mail facilita chi accede da PC.

Partecipanti

Ciascuno di quelli che ricevono il link deve:

  • Su PC cliccare sul link, e:

    • la prima volta cliccare su Download & Run Zoom: si installa e si fa partire il programma
    • dalla seconda volta in poi cliccare su Apri Zoom
    • in entrambi i casi si entra subito in riunione: occorre dare il consenso alla telecamera e microfono)
  • Su smartphone: cliccare sul link e installare la App

Su PC (una volta installato il programma), invece di usare il link  è anche possibile avviare il programma e inserire il numero di codice ricevuto nella mail, vedi qui sotto l’esempio di mail di invito, il codice si chiama Meeting ID.


qui vedete la schermata di ingresso di Zoom, nella prima riga ci va il Meeting ID, nella seconda il proprio nome.:

Jitsi

Anche per Jitsi distinguiamo tra coordinatore e partecipanti.

Coordinatore

Va sulla pagina https://meet.jit.si/ e  sceglie il nome della riunione poi clicca Vai:

Attenzione, la richiesta potrebbe comparire in inglese:

La riunione parte subito, con un solo partecipante: chi ha creato la riunione.
Subito tre consigli:

  1. usate un nome non banale: non “Prova”, non “Meeting”, ma magari “Riunione21marzogruppodisturla”. Perché altri – non voluti – potrebbero unirsi per caso (usando qualcosa come provaprova mi è capitato di trovarmi il faccione di uno sconosciuto sullo schermo!!)

  2. per essere più sicuri: aggiungete una password (Add password) che poi manderete agli invitati

   

  1. cambiate la lingua a italiano: premete i tre puntini in basso, scegliete Settings, e poi More e scegliete “Italian”.

Sempre con i tre puntini, conviene andare sulla prima riga (dove c’è un pallino con un omino), cliccare e impostare il proprio nome nella casella che appare, per farsi riconoscere:

Il passo successivo è mandare il link riunione agli invitati:  cliccate sulla i in basso e poi su Copia:

Poi incollate il testo nella mail o in Whatsapp (aggiungendo la password se l’avete creata).

Partecipanti

Ciascuno di quelli che ricevono il link clicca su di esso e viene portato alla pagina della riunione.
Vale anche per loro: cliccare i tre puntini e:

  • cambiare lingua a italiano (“Settings”)
  • inserire il proprio nome

_________________________________________

Skype

Coordinatore

Sul programma Skype, in altro a sinistra, sotto le icone Chat, Chiamata… si trova il tasto Riunione.

Cliccando si accede a una pagina dove si vede (se c’è ed è attiva) la propria webcam, e ci sono due tasti.

Condividi invito permette di inviare il collegamento alla riunione tramite Outlook, Gmail o Skype stesso. Oppure si può copiare il collegamento da mandare in altro modo.
Avvia chiamata fa partire subito la chiamata. Si possono aggiungere persone cliccando con il tasto con la figura stilizzata e il + in alto vicino alla propria immagine.

Partecipanti

Cliccando sul link nell’invito ricevuto si apre una pagina internet, da cui si può aprire la riunione Skype.

____________________________________

Whatsapp

Occorre far partire una video-chiamata con una prima persona, quindi cliccare in alto a destra sulla piccola icona con una persona e un +. Si apre la pagina dei contatti e basta sceglierne uno. Si può arrivare a 4, noi compresi.


Per concludere…

Abbiamo scritto velocemente questo testo. Scusate se ci sono imprecisioni o mancanze. Potete segnalarle nei commenti.

Usate i commenti anche per domande o suggerimenti.

Vi lasciamo anche un indirizzo mail, per sentirci personalmente: info[chiocciola]ricir.net

Riccardo Poggi

6 Risposte a “A “UN VIDEO” DI DISTANZA – STRUMENTI PER VEDERCI IN RETE”

  1. grazie Riccardo…. c è l imbarazzo della scelta.
    Considerando però le diverse personalizzazioni nel gruppo reale , se per varie ragioni i partecipanti hanno un supporto diverso tra loro è possibile con qualche stratagemma far dialogare le persone dotate di sistemi diversi? Mi viene in mente condividendo lo schermo del coordinatore… Grazie di tutto

    1. Ciao Francesco,
      conviene che tutti si adeguino a un sistema unico.
      Come vedi (a parte Whatsapp) i software vanno su tutti o quasi i tipi di dispositivo.
      Condividere lo schermo non aiuta, perché occorre che ciascuno possa usare almeno il proprio audio (microfono e altoparlanti oppure cuffie) e se possibile anche il video.
      Nelle prove abbiamo visto che è semplice installare i programmini sui vari PC (per esempio per Zoom).
      Con Jitsi si può addirittura non installare nulla sul PC.
      Nel tuo gruppo cosa avete già in uso?
      Un caro saluto
      Riccardo

  2. Intanto grazie per il tuo prezioso articolo , attualissimo.

    Posso dire che ho fatto VideoGruppo con Zoom e ho riscontrato che:
    secondo me funziona parecchio bene, ma, se non lo hai a pagamento, la durata massima di 40 minuti è troppo corta: in genere perdi un bel pò di minuti per partire e poi quando finalmente tutto è a posto….scade il tempo !!!

    Per cui ora sono orientato su Skype, e dalle prove fatte mi pare che anche se ha una qualità un pochino inferiore a Zoom, sia molto valido.
    Molti sono già registrati, agli altri puoi invitarli a farlo, che tanto verrà bene per ora e il futuro.

    E poi, NON avendo limiti di tempo questo è un enorme Pregio.

    Domani sera abbiamo una VideoGruppo Skipe: vi saprò dire…
    Grazie Oscar

  3. Rieccomi: ho usato 2 volte Skype come Riunione di Gruppo e Pianificata (ho scoperto che si può non lo sapevo) ed è andata abbastanza bene: forse Zoom ha una migliore qualità audio/video ma con Skype non avere il limite di 40′ è veramente una buona cosa.

    Eravamo in 7/8 collegati ed ho scoperto una cosa: Skype ha la Visualizzazione a Griglia, dove mette Solo 4 in Primo Piano e gli altri tutti in Piccolo in alto a destra. Ma volendo si trascina uno dei piccoli in mezzo tra i 4 e a scelta.
    Se si toglie Visualizzazione a Griglia allora INGRANDISCE e da solo in automatico chi parla .

    Ho provato a Condividere lo Schermo con gli altri ed è andata abbastanza bene: ho visualizzato un Video Meditazione che tutti gli altri vedevano/ascoltavano.

    Consiglio vivamente di usare il PC per i gruppi, si vede molto meglio che con lo Smartphone, e di usare anche gli Altoparlanti anche portatili per sentire adeguatamente. Oppure anche gli Auricolari con Microfono, in genere gli Smartphone gli hanno.

    saluti, Oscar

    1. Grazie Oscar per il commento. Dico qualcosa per completare la nota sulla sicurezza di Zoom. Per gruppi più grandi di 4 persone, resta l’alternativa Skype e Jitsi (nel frattempo ne provo altri).

      Skype è uno dei primi (nato nel 2003) programmi per conferenza online, è molto completo e anche intuitivo. Per usarlo occorre creare un utente Microsoft e scaricare il programma.

      Jitsi ha il vantaggio di essere immediato perché si può usare su PC senza installazioni e senza creare un utente. Ci vuole la App sul telefonino.

      Suggerimenti: se avete tempo, andate su Skype, chiedendo agli amici di installarlo.
      Se avete fretta, con Jitsi la riunione è immediata. Anche qui usate sempre la password.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *